FACCIAMO CHIAREZZA! CONOSCI IL SISTEMA DEI CODICI COLORE?

Nelle attività di pulizia esistono aree e superfici caratterizzate da un diverso livello di rischio, che vanno trattate con prodotti e accessori differenti.

Per evitare la contaminazione incrociata e assicurare la massima igiene e sicurezza in ogni ambiente, nei primi anni ’70 è stato elaborato un sistema particolare, che è divenuto in seguito uno standard universale per le imprese di pulizie efficienti e moderne.

♦ COSA SONO I CODICI COLORE? ♦

I codici colore sono innanzitutto un sistema di comunicazione – visiva, immediata e comprensibile da tutti.
Ogni colore è collegato ad una specifica area di intervento, sfruttando in un certo senso delle associazioni “istintive” che rendono ancora più valido e semplice l’intero sistema:

♦ L’UTILITÀ DEI CODICI COLORE ♦

Questa suddivisione serve a diversificare correttamente i detergenti e le attrezzature (panni, secchi, mop, frange…) da utilizzare nelle varie fasi di lavoro, colorati secondo la tabella codificata.
In questo modo è possibile evitare il rischio di contagio tra un ambiente ed un altro, ottimizzando al contempo la produttività del servizio di pulizia.

L’obiettivo principale è l’igiene: pensate a cosa succederebbe se i prodotti o i panni monouso utilizzati per il WC venissero per sbaglio impiegati per l’ufficio o la cucina; avremmo una contaminazione batterica da un ambiente ad alto rischio ad un ambiente a rischio basso come l’ufficio o addirittura a contatto con alimenti, come la cucina.

♦ APPLICAZIONE ♦

Questo sistema di pulizia, conforme al D.lgs n.81/08, si utilizza in ambito sanitario (come ospedali o studi medici), in ambito HACCP (ristoranti, mense, bar) e nella pulizia professionale, ma è consigliato per tutte le attività di pulizia, persino quelle effettuate in privato nella propria abitazione.


Meno errori = Meno rischi!
Ogni operatore saprà cosa utilizzare in quale stanza, limitando al massimo eventuali errori di utilizzo dei prodotti.

Prevenzione della contaminazione incrociata
La divisione dei prodotti e delle attrezzature permette di evitare contaminazioni incrociate.

Più sicurezza!
Con questo strumento si limita il rischio di incidenti derivanti da uso improprio di prodotti o attrezzature, aumentando la sicurezza del lavoro.

Ambiente protetto
Il sistema dei codici colori riduce il rischio di usare sostanze chimiche aggressive inappropriate su superfici delicate, oltre che il contatto tra prodotti chimici pericolosi.

Semplificazione delle forniture
Con una tabella ben delineata sarà molto più facile gestire e monitorare le scorte in magazzino.

Miglioramento dell’attività di pulizia
La migliore organizzazione degli interventi si traduce in un sistema di pulizia più efficace ed efficiente, garantendo risultati eccellenti.


Lo sai che trattiamo questo ed altro nei nostri corsi di formazione?

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI!

Entra a far parte della nostra lista.

Vuoi ricevere i nostri Pink Tips e Facciamo Chiarezza?